MERCATO LIBERO DELL’ENERGIA ELETTRICA:


5 COSE DA SAPERE PER EVITARE  LA TRUFFA - Jen Energia

Con il moltiplicarsi delle nuove offerte per il mercato libero, crescono anche le segnalazioni su social media di brutte esperienze da parte dei clienti che si sentono oggetto, subito dopo la stipula dei contratti di energia elettrica, di una vera e propria truffa: Jen Energia ti aiuta a riconoscere le possibili truffe con un piccolo vademecum in 5 punti.
Non bisogna temere il mercato libero: oltre ad essere infatti vicini al 2022, anno in cui saremo obbligati a rivolgerci al mercato libero, non mancano davvero i modi per tutelarsi ed eventualmente rimediare agli abusi e alle truffe.

 

Come evitare i contratti non richiesti?

Purtroppo, la truffa dei contratti di energia elettrica è diffusa: a loro basta avere alcuni dati personali, magari forniti ingenuamente al telefono dal possibile cliente o in alcuni casi persino estorti. Tipicamente ti richiedono il codice POD e i tuoi dati anagrafici. Il primo è acronimo di Point of Delivery, che non cambia in caso di passaggio ad un nuovo operatore e che identifica il punto fisico in cui l'energia elettrica viene consegnata al cliente finale.

È importante ricordare di non riferire questi dati a nessuno, per non essere vittime di contratti non richiesti, e di verificare che le presunte aziende in contatto non siano incluse nella lista nera redatta a scopo di garanzia dall’Autorità per l’energia Elettrica. Nel momento in cui si ha a che fare con una persona in carne ed ossa, il rischio di essere truffati diminuisce: per esempio contattando gli agenti Jen Energia il rischio di truffa è annullato dalla possibilità di potersi raffrontare per ogni dubbio o incongruenza in bolletta con la persona che sin dal primo momento si relaziona con il cliente. 

 

Porta a porta: ci si può fidare?

 Non sempre dietro la porta c'è la truffa. Jen Energia si avvale della vendita porta a porta per rendere possibile il risparmio di tempo e denaro grazie all’eliminazione di uffici e code e permettere al cliente di incontrare di persona chi lo seguirà nel suo rapporto con l’azienda. Per distinguere i nostri agenti Jen Energia ed evitare la truffa di chi si presenta come un venditore di un’azienda con cui in realtà non ha alcuna connessione, ci sono due regole fondamentali:

- le offerte sono presentate con materiale informativo e moduli ben riconoscibili e riferibili all’azienda, di cui è opportuno richieder da subito la visione. I finti agenti non sono mai in possesso di materiale originale che ben spiega l’offerta proposta.


- è altamente sconsigliato mostrare le bollette di cui si è in possesso e riferire i dati sensibili  della propria bolletta e dei propri consumi a chi si presenta all tua porta, che possono essere rivelati nel momento in cui è stata presa l’effettiva decisione di aderire alla proposta fatta.

 

 

Come riconoscere la truffa in bolletta 

L’errore è possibile: non pensare subito alla truffa in bolletta.
Può succedere che i processi di automazione a volte falliscano, e che si verifichino alcuni casi di errore in bolletta, da non confondersi con le truffe ad opera dei fornitori di energia elettrica. Gli errori più comuni sono dovuti a:

 

  • Richiesta di pagamento per servizi non inclusi nel contratto

  • Somma del costo dei singoli servizi incorretta

  • Richiesta di pagamento di una bolletta che è già stata pagata

  • L’addebito è per una doppia bolletta, da due fornitori diversi

 

Cosa fare in questi casi?
Non pensare subito alla truffa: noi di Jen Energia notiamo che i reclami sui social media e sui siti di opinioni sui servizi sono spesso perfettamente evitabili semplicemente rivolgendosi ai propri fornitori. Per esempio, i clienti di Jen Energia possono inviare una comunicazione scritta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno per ulteriore sicurezza, e richiedere una rettifica di fatturazione. Nel caso si tratti di doppia fatturazione a due diversi fornitori, è necessaria inviarla al fornitore dal quale non si riceve alcun servizio. 

 

I siti comparatori aiutano a difendersi dalla truffa?

La risposta più ovvia è sì: se vuoi evitare la truffa dei contratti di energia elettrica, una prima ricerca online sui più conosciuti siti di comparazione delle offerte online può facilmente rivelare se chi ha preso contatto con te è un’azienda che partecipa al mercato libero per l’energia elettrica di cui puoi fidarti.

Un consumatore su due utilizza tali portali per il confronto prezzi di servizi e per trovare la tariffa più conveniente nella grande quantità di offerte presenti sul mercato. È però importante tenere presente che le classifiche dei siti comparatori di prezzi non sono mai neutrali, ma dipendono dal rapporto commerciale stabilito tra le aziende e i portali stessi. È giusto utilizzarli, ma con senso critico.

 

Una buona idea per chi ama utilizzare questi siti comparatori, per quanto riguarda l’energia elettrica, è il comparatore di prezzi dell’autorità di vigilanza ARERA, che dà una buona panoramica delle tariffe presenti sul mercato.

 

Quali sono le voci di costo in bolletta?

Se hai dubbi sulle voci di costo riportate in bolletta, sul sito dell’Autorità sono riportate tutte le voci di spesa che possono essere presenti nella bolletta e quali sono i loro costi minimi, quali sono le quote fisse e quelle variabili, il canone TV e tutto ciò che è necessario conoscere.

Come per tutti i più importanti fornitori di energia elettrica, nella bolletta Jen Energia, la truffa sulle voci di costo non è possibile, perché la trasparenza è un elemento essenziale della nostra bolletta, puoi consultare anche sul nostro sito un breve glossario di tutte le voci presenti in bolletta.

OFFERTE

ASSISTENZA

APPENDICE

Luce

Gas

JEN ENERGIA S.R.L. - CF/P.IVA: 10815320964
Sede Legale: Via Vincenzo Monti 48, 20123 Milano 

Numero Verde: 800 18 35 02
Società soggetta a direzione e coordinamento da parte di CANARBINO S.p.A.

JENENERGIA_Tavola disegno 1.png